news.jpg

EcoPsiWiki

libri, link, video & Co




Alberi


Mitologia degli alberi

di Jacques Brosse, ed. Rizzoli

La distruzione dei boschi e delle foreste del pianeta non comporta soltanto gravi danni ecologici. Spesso si dimentica che con gli alberi scompare anche un prezioso patrimonio culturale dell’umanità. In passato le piante venivano considerate la manifestazione più immediata e concreta della divinità: a esse gli uomini si rivolgevano per chiedere protezione e conforto, intorno alle piante fiorivano miti straordinari, a ciascuna specie, a ogni albero, venivano attribuite virtù e funzioni particolari. Jacques Brosse ha ricostruito questo mondo perduto, raccogliendo racconti e tradizioni dalla mitologia egizia, semitica, cretese, indiana, greca, latina, germanica, celtica. Una piccola ma esauriente enciclopedia dei miti legati alle diverse piante: quercia, pino, frassino, betulla, noce, cipresso, fico, ulivo, melo, vite…

Ai piedi degli alberi

Rudi Palla, ed. Ponte delle Grazie

Un libro che ci porta nella geografia, nel mito, nella leggenda, nella botanica a partire dagli alberi. Quanti alberi sono al centro di storie affascinanti? I viaggi di Rudi Palla ci portano nei luoghi in cui sorgono gli alberi del mito. Dall’isola greca di Kos, in cui sorge il Platano di Ippocrate, all’Albero dell’ozio descritto da Lawrence Durrell a Limassol, nel Sud di Cipro, dal Grande Pino del Wienerwald meridionale al tramonto degli abeti rossi. Quante storie di uomini, quante leggende e quanti miti si intersecano alla vita degli alberi? Niente a che vedere con un noioso trattato di botanica, più di una raccolta di leggende, questo libro è un racconto di viaggi per il mondo e un viaggio nella storia dell’uomo, degli usi e dei costumi dei diversi luoghi, delle tradizioni più belle e difficili da dimenticare.

Lo spirito degli alberi

Fred Hageneder, ed. Crisalide
Gli alberi sono una delle forme di vita più antiche della Terra, silenziosi testimoni dell’evoluzione dell’umanità e del passaggio del tempo. Siamo portati a dare per scontata la loro presenza nella nostra vita, inconsapevoli della loro fondamentale importanza nell’ecologia del pianeta, delle loro proprietà nutrizionali e terapeutiche e della misura in cui venivano venerati dai popoli antichi. Lo Spirito degli Alberi coglie tutti questi elementi in un’analisi olistica del mondo vegetale. La Prima Parte del libro, che ha un carattere scientifico, tratta dell’aspetto fisico degli alberi e di come essi interagiscono con la biosfera. Nella Seconda Parte, fondamentalmente storica, il lettore verrà accompagnato in un affascinante viaggio nel mondo degli alberi, che dal Neolitico, attraverso le varie culture, lo porterà fino ai nostri tempi. La Terza Parte è l’anima del libro. In essa viene trattato l’aspetto sacro e spirituale degli alberi. Vengono descritte ventiquattro fra le specie più comuni, con l’obbiettivo di sgombrare la visione del lettore e prepararla a percepire l’essere spirituale che dimora in ciascuna specie.

Arboreto Selvatico

Mario Rigoni Stern, ed. Einaudi
L’affetto di Rigoni Stern per gli alberi è quello che si porta a un fratello maggiore e sostanzialmente migliore. Rigoni ha scelto venti alberi a lui particolarmente cari e li descrive, ne dà le caratteristiche botaniche e ambientali, ne illustra la storia e le ricchezze, ne spiega gli influssi che hanno avuto sulla cultura popolare e la letteratura e anima il tutto con le proprie esperienze di uomo di montagna e con la freschezza poetica della sua sensibilità di scrittore.

Sai che gli alberi parlano?

Recheis K. e Bydlinski G., ed. Il Punto d’Incontro
Orso in Piedi, Alce Nero, Tatanga Mani, Momaday e Ohiyesa sono solo alcuni dei tanti autori qui chiamati a testimoniare il loro profondo amore e rispetto per la vita. Alcune delle loro parole, pronunciate secoli addietro, al giorno d’oggi risultano profetiche e costituiscono stimoli assai attuali per l’uomo moderno, per permettergli di ritrovare finalmente quel cammino di comunione con tutti gli esseri viventi e con la Madre Terra. Per quanto i torti del passato non possano essere raddrizzati, è tuttavia possibile prestare ascolto alle molte voci dei Nativi Americani, che ci invitano a recuperare valori ritenuti persi e che invece sono sempre dentro di noi. Questo libro è una raccolta unica nel suo genere, capace di trasmettere tutta la saggezza e la spiritualità degli Indiani d’America. L’armonia con la quale sono suddivisi gli argomenti fa di quest’opera un vero e proprio tesoro e una lettura adatta a un pubblico di qualunque età. Impreziosito dalle suggestive e incisive fotografie d’epoca di Edward S. Curtis, che si è impegnato al fine di documentare tutti gli aspetti di una meravigliosa cultura in via d’estinzione, Sai che gli alberi parlano? non mancherà di affascinare ogni lettore con le sue parole terse e toccanti.

L’albero

Roger Parisot, ed. Età dell’Acquario
L’albero occupa da sempre un posto centrale nella simbologia tradizionale, nel pensiero religioso e nell’immaginario dei poeti, ed è un motivo essenziale dell’iconografia universale. C’è l’albero di Apollo (l’alloro), quello di Cibele (il pino), quello di Minerva (l’olivo)… Ci sono gli alberi del Paradiso: “l’Albero della Vita” - simbolo sia della potenza vegetativa del cosmo sia della morte e della resurrezione - e “l’Albero del Bene e del Male”, legato al serpente e generatore del “frutto proibito”… Poi, c’è l’Albero del Mondo, che con le sue radici, il suo tronco e i suoi rami, occupa dall’alto in basso l’intero spazio cosmico, del quale attraversa e mette in relazione i tre piani: Cielo, Terra e Inferi; e l’Albero della Croce, con le sue infinite coniugazioni e derivazioni. E ancora: gli alberi alchemici (l’ “albero metallico” e l’ “albero cavo”, simbolo dell’atanor), gli alberi della mistica (ebraica, indiana, islamica), l’Albero di Jesse, l’ “albero araldico”, i tanti alberi del folklore, residui di un paganesimo che ha resistito a lungo (gli alberi di Maggio, gli alberi della Libertà, gli alberi di Natale, colonne, pertiche e pali della Cuccagna). La ricchezza semantica dell’albero è pressoché infinita, e in questo saggio ricco di fascino e di erudizione Roger Parisot ce ne offre un assaggio appassionante.

La configurazione dello spazio nel mondo degli alberi e nell’uomo

Thomas Gobel, ed. Antroposofica
Un interessante raffronto tra la formazione spaziale di diversi alberi e di alcuni organi del corpo umano. In questo libretto di biodinamica si confronta la creazione dello spazio da parte del regno vegetale con quella del corpo umano. Vengono cioè osservati i principi formatori e le forze formatrici che sono alla base dell’apparenza sensibile e che le danno vita, allo scopo di mostrare che nella natura umana e nella natura estranea all'uomo agiscono le stesse forze…

La Danza degli Alberi

Marcus Parisini, ed. Biblioteca dell’Immagine
Questo libro è una raccolta di poesie, frasi, riflessioni, pensieri e disegni. “Disegnare gli alberi mi ha condotto alla verticalità: con gli occhi ho seguito le rughe di vita del tronco fino al ciclo, poi con la matita ho raccontato questo ponte tra terra e infinito, e ogni albero solitario si è offerto al mio salire. Un camminare con lo spirito non più in senso orizzontale, non più soltanto per raccogliere i frutti della loro generosità, castagne come noci, ma verticale, obbligato così a vedere la crescita paziente e faticosa, simile a quella umana, dove il protendere i rami come le braccia al sole rispecchia il più antico modo per nutrirsi di vita. Vedere il volto di questi meravigliosi soggetti immutato da millenni è disegnare, un atto della mente; accarezzare un tronco un impulso del cuore. Fare le due cose insieme un inizio di conoscenza, una esigenza ‘contemplativa’ per imparare ad amare la natura e la bellezza, non l’unica, ma la mia”.

Le Energie Positive degli Alberi

Patrice Bouchardon, ed. Mondadori
Da sempre gli alberi sono stati visti come detentori di una grande forza vitale. Ecco come stabilire una sintonia con le piante e assorbire le loro qualità per raggiungere un generale benessere di corpo, mente e spirito.

Nel cuore della foresta. Un viaggio attraverso gli alberi

Roger Deakin, ed. EDT
Un viaggio attraverso le foreste di tutto il mondo, sulle tracce del rapporto segreto e sorprendentemente stretto che lega l’uomo agli alberi e, più in profondità, a quella che potrebbe essere definita la loro carne: il legno. Nel cuore della foresta è quasi una celebrazione della capacità del legno di entrare nelle nostre vite e nel nostro immaginario, di diventare un frammento di natura carico dì significati simbolici, incastonato nella quotidianità del mondo contemporaneo. Per scrivere questo libro, Deakin ha viaggiato seguendo itinerari del tutto imprevedibili e personali: in Kirghizistan e Kazakistan sulle tracce dell’origine del melo o nella foresta polacca alla ricerca di lontane suggestioni familiari. Ciò che più lo affascinava in questo lavoro di ricerca sul rapporto tra uomo e natura era l’elemento caratteristico naturale ed etnico, ciò che è radicato nella cultura e nel paesaggio locale, e la sua persistenza nel mondo globalizzato.

Storia dei boschi

Hansjorg Kuster, ed. Bollati Boringhieri
L’evoluzione dei boschi nel corso del tempo costituisce il tema centrale di questa ricostruzione storica che non ha solo lo scopo di mostrare come si è formato il loro aspetto attuale, ma soprattutto quello di ricordarci che in natura la loro conformazione si modifica continuamente. Le alterazioni climatiche e l’influenza antropica possono soltanto accentuare il loro percorso evolutivo poiché non sono sufficienti, da sole, a metterlo in moto; in molti casi quindi non si può stabilire con precisione quali sviluppi siano naturali e quali non lo siano. Tutti i cambiamenti intervenuti nella diversificazione dei boschi hanno conferito un’identità ai paesaggi che oggi vediamo. E tale identità, secondo Küster, può essere protetta solo tenendo conto del fatto che essa è legata a processi evolutivi in divenire, cioè a una dinamica naturale.

Le voci del bosco

Mauro Corona, ed. Biblioteca dell’Immagine
Le pagine di questo libro non contengono un trattato di botanica e nemmeno parole di assoluta verità. Ciò che in esse vi si potrà leggere sono “verità personali” suscitate da riflessioni indotte da oltre quarant’anni di vita nei boschi e dialoghi con le piante. Durante questo lungo tempo, ho capito che tutto, in natura, ha un proprio carattere, una personalità, un linguaggio, un destino. Osservando e ascoltando con attenzione il creato, è possibile udire la sua voce… Gli alberi non si spostano, ma possiedono un loro carattere che comunicano in vari modi: con la bellezza, con l’oscillazione delle fronde, con la consistenza delle fibre.

Il canto degli alberi

Hermann Hesse, ed. Guanda
Un libro di poesie, prose e racconti di Hermann Hesse che hanno come tema unificante gli alberi, considerati simbolo della caducità, dell’eterna rinascita e della spensieratezza della vita istintiva e naturale. Faggi, castani, peschi, betulle, tigli, querce e molti altri, nella magnificenza della fioritura o con i rami nodosi offerti alle brinate notturne, illuminati dal sole o al chiarore della luna: sono loro i protagonisti indiscussi di questa raccolta. Essi accompagnano lo scrittore, silenziosi e saggi, nel corso della sua vita, segnano momenti precisi, suscitano riflessioni e ricordi, vengono invocati come esseri viventi, come amici.














Per approfondimenti sull'ecopsicologia: ECOPSICOLOGIA WEBZINE



La pagina è stata creata da - marcella_danon marcella_danon il Jan 23, 2010 5:42 am

L'ultima revisione è di - pameladalisa pameladalisa il Jan 24, 2010 7:46 am